Taverna Vero Fasto

La Taverna del Vero Fasto

Di proprietà di Oberon Van Beuten il Vero Fasto è una taverna e locanda ad un passo dai moli del porto. Dalla porta si gode una buona vista dei moli del porto e dell’Arsenale.

L’insegna porta il nome della locanda ed una cornucopia dorata a indicare l’abbondanza del “vero fasto”. Ovviamente il grosso della gente del porto è analfabeta e quindi il posto è noto anche semplicemente come “alla cornucopia d’oro” o anche solo “da Oberon”.

Al piano terra la taverna vera e propria: bar, tavoli, cucina, un palchetto rialzato per i clienti speciali e perfino una latrina “moderna”.

Al primo piano, quattro stanze per gli ospiti paganti e la camera dove vive Oberon.

Sotto, la cantina, spaziosa, il pavimento di terra battuta e le pareti coperte da scaffali di bottiglie, provviste e botti di vino. Alla cantina si accede da una scala a chiocciola dall’interno della taverna, oppure dalla via sul retro attraverso un basso arco al livello della strada da cui si possono calare (con le corde) le botti e le altre provviste ingombranti.

Da questo accesso entrano (dopo la chiusura ufficiale al pubblico) i partecipanti al giro di combattimenti clandestini organizzato, in questa zona, da Hein Reinersz.

Lavorano qui, oltre ad Oberon: Van, cameriere e sguattero, una cameriera molto piacente ed un cuoco.

Taverna Vero Fasto

Alkmaar renatoram renatoram